Corno sul lungomare, fronte del «no»



Donatone (Italia Nostra): «A parte lo scempio estetico di via Caracciolo, quel simbolo riporta ad anni bui della scaramanzia, è un incoraggiamento alla riemersione delle più trite e miserevoli superstizioni locali e della istintualità plebea»

Continua a leggere
Se non ti interessa l'articolo guarda tra le Notizie Correlate;
Condividi:
 ⇧ Chiudi le notizie correlate